Rubino

>> Famiglie : corindoni, ossidi
Scoprila in foto :

Il suo nome deriva dal latino "rubeus" o "ruber", che significa rosso.
Rubino è il nome della varietà rossa di un minerale, il corindone, che puo’ avere anche tutti gli altri colori, sotto il nome di zaffiro, ad eccezione del rosso che è riservato esclusivamente al rubino. Non tutti i campioni di corindone possiedono i requisiti richiesti di trasparenza e di colore per essere considerate delle gemme. E 'stato a lungo conosciuto come " granato ", confuso con lo spinello rosso e il piropo. Solo verso il 1800 viene classificato con lo zaffiro, nel gruppo dei corindoni.
Di colore rosso sangue con una punta di blu, con sfumature notevoli, una di queste, nota come "sangue di piccione", essendo la piu’ apprezzata. Queste variano negli stessi giacimenti, il che esclude la possibilità di stabilire l'origine di una gemma basandosi su questo.
Alcuni appellativi come rubino del Siam o rubino dalla Birmania distinguono solo il colore, e non la qualità intrinseca .
Spesso contiene inclusioni (minerali, liquidi ...) che non incidono sulla qualità della gemma, ma piuttosto ne garantiscono l'autenticità al confronto con le pietre sintetiche. Se sono di rutilo, il rubino, prende un aspetto setoso quando viene tagliato a cabochon, questi minuscoli aghi di rutilo provocano il fenomeno dell'asterismo o del gatteggiamento a seconda dell'orientamento e delle dimensioni.
La presenza di cromo modifica il colore che si divide in strisce, o bande angolari, il ferro gli da una tonalità marrone, che non è molto apprezzata.
Parlare di rubino significa parlare di Birmania da dove sono stati estratti, e lo sono tutt’ora, i piu’ bei rubini del mondo, a cui i maharaja indiani e i principi si sono appassionati.
Un nuovo giacimento a nord-est del Mozambico (Montepues) produce rubini di alta qualità.
Il rubino e i corindoni, sono le pietre più dure dopo il diamante.
Il corindone è lo standard di durezza No. 9 sulla scala di Mohs che va da 1 a 10, dove il diamante è "10".

Luogo di estrazione

Nelle rocce è in proporzione così piccola che il suo sfruttamento è raramente conveniente e si preferisce " raccogliere " nei depositi alluvionali. I metodi, artigianali, di produzione, non sono cambiati da secoli.
E’ estratto a Mogok in Birmania, sin dal XV secolo. E 'sempre nel nord della ex Birmania (ora Myanmar), che si trovano i principali centri di produzione. I rubini, cristallizzati circa 60 milioni di anni fa, trasportati dai fiumi, sono trascinati nei depositi alluvionali in via di esaurimento in superficie e vengono estratti dai pozzi. Sono lavati da getti d'acqua pressurizzata, l'acqua fangosa viene quindi pompata e scaricata in un setaccio di grandi dimensioni per la scelta. Ci sono anche gallerie nelle miniere che vanno fino a 2,5 km di lunghezza. I blocchi di marmo bianco che contengono le gemme vengono portati all’esterno e sezionati da uomini di fiducia.
Menzioniamo i ghiaioni argillosi di Chanthaburi, a sud-est di Bangkok (Thailandia), dove i pozzi da 8 a 10 metri di profondita’ producono pietre colorate che danno sul marrone o viola, la ghiaia dei fiumi della regione di Ratnapura, nel sud-ovest dell'isola di Sri Lanka, le cui pietre sono di colore rosso chiaro a rosso-lampone e anche la parte superiore del fiume Umba, in Tanzania, che da dei rubini color rosso scuro.
Altri giacimenti esistono anche in Afghanistan, India (Mysore, di qualità media e colore viola), Nepal, Pakistan (molto chiari ), Cambogia, Vietnam (province di Yen Bai e Nghe), Brasile (Bara Ingefinho), Stati Uniti (Montana, North Carolina), Kenya (regione Mangari), Madagascar, Malawi (regione di Chimwadzulu), Zimbabwe, nella regione di Prilep (Macedonia), Svizzera (Ticino), Norvegia, Groenlandia, Australia (Queensland, New South Wales).
Il nuovo giacimento di Montepues in Mozambico produce da non molto dei rubini di un bel colore.

Guarda le foto delle miniere / altre foto

Utilizzo in gioielleria

Il rubino è uno delle gemme più ricercate e di valore più alto in gioielleria. Tanto più che le pietre di più di 10 carati sono eccezionali. E’ stato in India, durante il periodo Mughal che questi principi hanno acquisito la maggior parte dei migliori rubini dalla Birmania, che facevano anche incrostare nei manici dei pugnali e vi ricoprivano i loro troni. Questa è la gemma più prestigiosa, che alcuni addirittura preferiscono al diamante, tutti i più importanti gioiellieri hanno realizzato creazioni con rubini per i " grandi del mondo ".
I migliori rubini sono quelli di Mogok in Birmania, la valle dei rubini, in particolare quelli noti come "sangue di piccione" che sono famosi in tutto il mondo. Essi hanno una tonalità di blu nel loro colore rosso, che li rende eccezionali e molto tipici, sfumatura che si ritrova anche in rubini dell'Africa orientale o anche della valle di Hunza in Pakistan, vicino al Kashmir, e anche in Sri Lanka.
I rubini dalla Thailandia hanno una tonalità di colore violaceo, come peraltro quelli in India, che sono di qualità inferiore.
Il taglio dei rubini al sito di estrazione non è soddisfacente, perché si vuole mantenere il massimo peso per la vendita, e devono essere tagliati in seguito. A seconda della forma, purezza, distribuzione del colore, il taglio sfaccettato viene mantenuto per le pietre piu’ trasparenti, le traslucide danno dei cabochon o sfere per collane, le più grandi e di povera qualita’ vengono scolpite in oggetti arte, bigiotteria, ciondoli. I rubini stellati di buon colore sono anch’ essi molto ricercati.
Degli zaffiri rosa, traslucidi, tagliati a cabochon, provenienti dalla Macedonia sono commercializzati con il nome di rubini della Macedonia.
Il rubino è la pietra per l’anniversario del 15 ° anno di matrimonio e anche del 35 °.

Cura e manutenzione quotidiana

Questa è una delle gemme più facili da mantenere perché resistente agli urti, con una elevata durezza e impermeabile agli acidi e al calore. Lavare con acqua e liquido per piatti e sciacquare con alcool.

Pietre simili

almandino , andesina , piropo , spinello , tormalina , zircone

Litoterapia storica e culturale

Il rubino è considerato un simbolo di carita’, lealtà e le sue vibrazioni contengono la forza primordiale che armonizza i vari aspetti dell'amore divino e dell'amore in una forma accentuata e purificata, ma anche il coraggio, l'audacia, dando forza e coraggio ai timidi e ai deboli ... a causa del suo colore, quello del fuoco ardente, stimolerebbe i sentimenti. Porterebbe la gioia, la pace, stimolando sogni piacevoli, tenedo a distanza la tristezza. Riporterebbe alla realta’ i sognatori, troppo idealisti, aiutandoli a percepire, comprendere e accettare le sfide della vita materiale, i problemi quotidiani legati all’ambiente culturale, economico, affettivo ...
Questa pietra materialista si applica in particolare sul chakra della base, il che significa che non è raccomandata per le persone autoritarie, arrabbiate, può essere pericolosa per le persone con un temperamento sanguigno, agli ambiziosi forsennati che esagerano le inclinazioni. E 'anche una pietra di potere che tutti i grandi del mondo hanno voluto posseder, una pietra di comando che i capi guerrieri portavano per la battaglia, il rosso che simbolizza la sanguignita’, saprebbe facilitare la memoria, rafforzerebbe i genitali.
Toccando i quattro angoli di una casa, un campo, un frutteto, un vigneto ... con del rubino, sarebbero protetti dai fulmini, la tempesta , i parassiti.
Al segno del Leone, consentirebbe l'accesso a tutta la pienezza della sua forza di amare, elevando la sua sessualità primaria verso l'amore del cuore, fonte di amore universale. Farebbe lo stesso per lo Scorpione, a cui trasformerebbe i suoi impulsi emotivi forti in un amore totale e incondizionato, purificando il suo desiderio sessuale.
Nell’ Ariete, promuoverebbe la sua evoluzione a tutti i livelli, raffinando le sue energie, rafforzando la sua intuizione e la sua creatività, aiutandolo a scoprire gli aspetti spirituali della sua sessualità. Lo riempie di un piacevole tepore.

Imitazioni e trattamento

Si tratta di vetro, di quarzo riscaldato e poi raffreddato improvvisamente in un colorante rosso, di doppiette, con una tavola di granato e un padiglione in vetro o una tavola di zaffiro naturale e di un padiglione di rubino sintetico.
Alcuni sono trattati termicamente. Altri hanno le loro fessure riempite di vetro o di resina per essere consolidati e con un aspetto miglore, la tecnica del " glass filling " ( riempimento di vetro ) e considerevolmente "migliorata" negli ultimi anni: le crepe della pietra sono riempite a caldo di un vetro al piombo colorato in rosso e dello stesso indice di rifrazione del rubino, quindi poi la pietra viene tagliata. Dal 1960, sono state fatti dei rubini sintetici anidri i cui residui di fabbricazione determinano la fonte di produzione della pietra artificiale. Esistono dei processi idrotermalii, ma poco commercializzati al giorno d’ oggi.
I nomi commerciali fraudolenti sono proibiti come : " rubino di adelaide " ( un piropo ), " rubino di alabanda" (spinello rosso granato o viola), " rubino scopa " ( spinello rosso ), " rubino del capo" (piropo), " rubino degli urali " (tormalina rossa) ...
Dall’ inizio del XX secolo sono stati utilizzati rubini sintetici di alta qualità (processo Verneuil) le cui proprietà sono identiche a quelle delle pietre naturali.
Dal 1950, sappiamo produrre rubini sintetici stellati modificando di poco il processo Verneuil ma la stella è troppo delimitata, sembrando correre sotto la superficie della pietra senza irradiarsi dal centro di essa, ciascuno dei suoi rami intrecciati sembra essere contorto come una serpentina invece di mostrare aghi brillanti perpendicolari a ciascun ramo. Ricordiamo che il riscaldamento del rubino lo rende molto più rosso, spesso moltiplicando il suo valore commerciale per 5 o per 10.

Miglioramenti e abbellimenti

Si accetta che un moderato riscaldamento che rispetti la struttura cristallina del rubino si possa fare per abbellire la gemma, per completare l'opera della natura, migliorando il suo colore. In nessun caso è aggiunto materiale per il riempimento di crepe o coloranti. Questo tipo di trattamento è denominato "miglioramento", dai professionisti e va menzionato durante la vendita.

Pietre storiche e leggende

I rubini di grandi dimensioni sono più rari dei diamanti di uguale taglia, il loro costo è quindi molto alto e alcuni sono diventati celebri. Il piu’ grosso mai trovato, nel 1961, pesava 3.421 carati, fu spezzato per il taglio, e il più grande frammento pesava ancora 750 carati.Il rubino Edward " Edwards Ruby "del British Museum di Londra (167 carati), il rubino stellato Roser Reeves, ovale (138,7 carati ), proveniente dallo Sri Lanka, conservato presso la Smithsonian Institution di Washington (USA), il rubino stellato De Long (100 carati), proveniente dalla ex Birmania, il rubino della pace (43 carati ), così chiamato perche’ trovato nel 1919.
Una scultura è stato eseguita dall’ americano Harry Derian in un rubino del Mozambico di circa 3000 carati.
Numerose corone di imperatori, re, principi includono dei rubini, come la corona di Boemia con una pietra non sfaccettata di circa 250 carati. Al contrario, il "rubino del Principe Nero " incastonato nella corona d'Inghilterra si è rivelato essere uno spinello, come il " rubino di Tamerlano" inserito in una collana del tesoro della corona britannica o ancora gli spinelli della corona di Wittelsbach (1830), a lungo supposto essere di rubini, o quello della " Costa della Bretagna " nel museo del Louvre di Parigi.
Alcuni testi del sud dell'India e dello Sri Lanka attuale, contemporanei del Ramayana assimilano l'origine del rubino a delle gocce di sangue.
Secondo un'altra leggenda, la valle di Mogok era infestata da serpenti dal morso fatale che sciamavano a terra e impedivano la raccolta di rubini. Si gettarono dei pezzi di carne con delle catapulte. rubini si agglomerarono e furono portati fuori dalla valle da uccelli rapaci che, una volta sazi, lasciarono accedere gli uomini ai loro nidi per recuperare le gemme nei loro escrementi.

Caratteristiche chimiche
Al2O3

ossido di alluminio

Caratteristiche fisiche

Colore principale : rosso

dovuto al cromo, la sfumatura piu’ ricercata è il rosso sangue di picicone

Colore della polvere : bianco

Lucentezza : adamantino, vetroso

Durezza : 9.0

Densità : 3.97 a 4.05

Sfaldatura : nessuno

Frattura : concoide, irregolare

Proprietà ottiche

Trasparenza : trasparente

ne esistono anche di traslucidi, pietrosi

Rifrangenza : 1.762 - 1.778

Birifrangenza : 0.008

Molto debole, uniasse negativa

Sdoppiamento : no

Dispersione : 0.018 (0.011)

Pleocroismo : forte

Numero di colori : 2

Rossa, arancione

Spettro di assorbimento : 694 - 693 - 476 - 475 - 468

spettro / rete rubino della Birmania

spettro / rete rubino della Birmania

spettro / rete rubino rosa

spettro / rete rubino rosa

spettro / rete rubino marrone

spettro / rete rubino marrone

Fluorescenza : variabile

Rosso, dipende dal contenuto di cromo

Inclusioni : sono frequenti : solide o liquide. Il rutilo provoca l’asterismo in numerose gemme

Cristalli

Prismi in cristalli tabulari pseudo esagonali. Nel rubino trapiche a ruota

cristaux

Sistema critallino : trigonale

Altre informazioni

Segni zodiacali : cancro, scorpione, acquario

Segni zodiacali cinesi : maiale

Mese : luglio

In vendita nelle nostre boutiques
Guarda tutte le offerte
Corrispondenze
astrologico
  • cancro cancro
  • scorpione scorpione
  • acquario acquario

Porta sempre un contributo positivo alla forza fisica e mentale

Segno astrologico cinese :
  • maiale maiale

Il rubino gli viene in aiuto rendendolo meno ingenuo, naif, che sono i suoi difetti. Rinforza la sua leggendaria lealta’, il suo lato pacifico, concentrato. Lo aiuta a concentrarsi