Il “jade market” di Mandalay in Birmania-Myanmar

venditori di giada « imperiale » nel « jade market »cabochon di giadeite verdeDopo il mio viaggio in Mogok, eccomi di ritorno a Mandalay per visitare il cosiddetto « Jade market », il mercato della giada.

Il mercato della giada di Mandalay, in alta Birmania, è un luogo affascinante. Tutti gli artigiani che lavorano la giada-giadeite sono raggruppati in un mercato chiuso, una specie di grande ambiente quadrato, suddiviso a scacchiera da corridoi perpendicolari, dove centinaia di laboratori stracolmi di artigiani che lavorano la giada si trovano gomito a gomito con botteghe surriscaldate e perfino sale da gioco!

test di colore in un blocco di giadadivisione di un blocco di giada prima del taglioProprio qui vengono fabbricati i braccialetti rigidi di giadeite, chiamati « bangle », che piacciono tanto ai cinesi e alla clientela asiatica in generale. I pezzi più rari sono i cabochon di giadeite verde smeraldo, traslucidi e di ottima qualità: si tratta della “giada imperiale”, e costa più dello smeraldo. E’ proprio vero che la giadeite birmana è la più bella del mondo. La giadeite esiste in quasi tutti i colori, ma quella più pregiata – dopo la giadeite verde smeraldo- è quella color lavanda. Questa qualità è estremamente ricercata e puo’ risultare molto costosa.

giochi nel « jade market »blocco di giadaPochi sono i turisti che visitano il « jade market », poichè è difficile comunicare con tutti questi artigiani e commercianti, che spesso parlano solo birmano ! Mi sono imbattutto in molti acquirenti cinesi, interessati a comprare la giada lavorata e a volte la giada allo stato grezzo. L’interesse dei cinesi per questa gemma non è recente. Da sempre la giada ha un valore speciale per questo popolo, basti pensare che gli imperatori del passato si erano perfino prefissi di conquistare la regione per assicurarsi la fornitura, senza peraltro mai esserci riusciti...

intagliatore di giada al lavoropolitura della giadaFin dalle prime ore del mattino gli affari fioriscono nelle strade intorno al « jade market ». Alcuni birmani del Nord (Kachin) vengono per vendere i loro pezzi di giada agli artigiani, i quali selezionano e scrutano con molta attenzione la merce. Non appena scorgono una sfumatura di colore verde smeraldo o di color lavanda nel blocco di giada che stanno valutando, i prezzi cominciano a salire vertiginosamente. Si parla allora di centinaia, a volte di migliala di dollari.

Il mercato della giada in Birmania non cessa di svilupparsi. Ogni anno le vendite ufficiali organizzate dallo Stato del Myanmar battono tutti i record in termini di volume di vendita e fatturato. Anche il “jade market” di Mandalay è prospero. Anzi si è previsto di costruirne un altro, più vicino all’aeroporto di Mandalay, per svilupparne ulteriormente l’attività.