Gli zirconi blu di Ratanakiri, Cambogia

Zircone blu di Ratanakiri, CambogiaMiniere di zircone nella regione di Ratanakiri, CambogiaIl Ratanakiri è una delle regioni più selvagge e meno frequentate della Cambogia. Si trova nel Nord-est del paese, alla frontiera con il Laos e il Vietnam. Vi si trovano foreste, cascate, minoranze etniche e animali selvaggi, che rendono questa regione molto interessante da visitare. Vi sono anche delle miniere di zirconi blu.

Il distretto di Bor Keo si trova ad una trentina di kilometri dalla capitale della regione, Banlung. E’ qui che vengono sfruttate le miniere di zirconi. Come in molte regioni del Sud-est asiatico, la deforestazione è un fenomeno di una certa rilevanza. Le piantagioni di evea e manioca hanno sfigurato il paesaggio.
 
pozzi per l’estrazione dello zircone in CambogiaMinatore di zirconi a Bor Keo, CambogiaEppure, paradossalmente, le piantagioni di evea rendono più facile il lavoro dei minatori di zirconi. Le piante di evea vengono piantate in fila, lasciando circa una decina di metri di distanza fra una fila e l’altra. In questi spazi liberi, tra due file di evea, i minatori allestiscono il loro accampamento e scavano, protetti dal sole durante la stagione calda.
 
 
 
Cristallo di zircone di Bor Keo, CambogiaSi scavano dei semplici pozzi di 80 cm di diametro, abbastanza larghi per lasciar passare un uomo in senso verticale. Ma questi pozzi possono raggiungere i 15 metri di profondità, senza impalcature nè puntellature. Delle fessure ricavate nella parete laterale del pozzo permettono di puntellarsi con un piede o una mano, e cosi’ si sale e si scende. Poi si costruiscono delle gallerie orizzontali per poter portare in superficie la terra, che dovrà essere settacciata a mano per cercare i famosi cristalli di zircone.
Gli zirconi si trovano solo a 10-12 metri di profondità. Le radici delle piante di evea possono scendere solo fino a 5 metri sotto terra, le miniere non sono quindi un problema per i piantatori di evea. Quando un pozzo è esaurito, viene richiuso e se ne scava un altro, a 5 o 10 metri di distanza. Le miniere si spostano continuamente, da un mese all’altro la configurazione puo’ cambiare completamente.

Zircone arancio tagliato di Bor Keo, CambogiaSecondo i minatori e gli abitanti del luogo, non vi è mai stato nessun incidente in questo tipo di pozzi. I minatori, quando tornano dal lavoro, si riconoscono subito: sono rossi come la terra che scavano.

Zircone arancio tagliato di Bor Keo, CambogiaGli zirconi che vengono estratti sono cristalli sciolti in questa terra rossa granulosa, che è il risultato dell’erosione della roccia nella quale si erano formati in origine le gemme. Le pietre sono di colore rosso arancio molto scuro e misurano anche 5 cm. Vicino alle miniere a volte si vede parcheggiata una macchina sportiva: si tratta di un acquirente venuto per selezionare la merce. Gli zirconi scoperti in queste miniere non sono mai blu. Gli zirconi vengono portati a Banlung ove subiscono un trattamento termico che li fa diventare blu. I cristalli vengono messi dentro un crogiuolo, chiuso ermeticamente, che viene scaldato per alcune ore e poi lasciato raffreddare durante un giorno intero. Quando si riapre il crogiuolo, la maggior parte delle pietre è diventata blu, alcune non hanno invece cambiato colore.

Zirconi blu pronti per il tagliotagliatori : il taglio degli zirconi in CambogiaDopodiché gli addetti al taglio selezionano le pietre, le tagliano, le sfaccettano a mano. Il colore puo’ variare dal blu profondo dei “mari del sud” ad un blu-petrolio molto intenso e vivace. Gli zirconi blu della Cambogia hanno una lucentezza superiore a quella del topazio blu, che è l’unica gemma che puo’ presentare una certa somiglianza di colore.

In Cambogia gli zirconi blu vengono indossati sia dalle donne che dagli uomini. La regione diventa ogni giorno più accessibile grazie alla rete stradale in pieno sviluppo. Quest’anno la famosa “Death Highway” (autostrada della morte) che collega la regione di Ratankiri a Mondolkiri cominciava ad essere “più o meno praticabile” durante la stagione delle pioggie.