Ametista

>> Famiglie : quarzo, silicati
Scoprila in foto :

Si tratta di una varietà di quarzo viola. Il suo nome deriva dal greco: "a", privato, e "methysto" che significa ubriachezza, in quanto portare un amuleto con questa pietra doveva proteggere dall’ ubriachezza. I greci credevano che bere da una tazza ricavata da questa pietra avesse questa proprietà. Plutarco credeva che il suo nome venisse dal suo colore, quello dell'acqua con il vino ... e non da una protezione contro l'ubriachezza ...
I suoi cristalli sono incorporati in una ganga rocciosa e a volte il colore è più intenso sulla punta.
L’ ametista è conosciuta sin dai tempi antichi in quanto è stati trovati dei cabochon montato sul gioielli egiziani, il faraone ne portava uno sul suo pettorale insieme ad undici altre pietre rare, quindi ben prima del sommo sacerdote ebreo per i quali simboleggiava le dodici tribù d'Israele. L'Apocalisse la menziona nel capitolo 21, versetto 20, nella descrizione della Gerusalemme celeste secondo San Giovanni. E 'stato anche il colore dell'apostolo Giuda.
Essa orna l'anello dei vescovi, dello stesso colore della porpora del loro abito. Il Maestro Alberto Magno, intorno al 1250, affermava che "questa pietra è notevole per i bevitori e studiosi."

Luogo di estrazione

Si tratta di una pietra molto comune in tutto il mondo e possiamo dire che è possibile trovarne ovunque ci siano delle vene di quarzo, ma soprattutto in Madagascar, Messico, Uruguay, . Russia (Urali), India, Romania (Capnic), Slovacchia (Banská Štiavnica), Brasile, Uruguay
la Francia fu un produttore apprezzato fin dall'antichità e ancora nel Medioevo: gli spagnoli arrivavano in Auvergne per rifornirsi.
Negli ultimi decenni, il sud del Brasile (Rio grande do Sul, Bahia) è il più grande produttore di enormi geodi intrappolati nel basalto, foderato con una moltitudine di cristalli, che possono pesare fino una tonnellata, che misurano fino a 2,50 m di lunghezza e 1 metro di diametro. Vi è anche una città giustamente intitolata: "Ametista". Si conoscono cristalli che arrivano fino a 25 centimetri di lunghezza. La più grande geode trovata nel 1900, misurava 10 m di altezza, 5 di larghezza e3 di profondita’ e pesava 7 tonnellate.

Guarda le foto delle miniere / altre foto

Utilizzo in gioielleria

E’ estremamente varia e risale a tempi antichi, se ne facevano gioielli e oggetti di valore. I cristalli più belli sono sfaccettati a taglio brillante, allungato o rotondo, gli altri passati al barile o sagomati in oggetti decorativi ... per non parlare di tagli degli antichi, che avrebbero dovuto prevenire l'ubriachezza, e degli intagli eseguiti in punta del quarzo!
Ci sono nel Medagliere della Biblioteca nazionale di Francia - François Mitterrand numerosi intagli antichi e al Louvre, delle coppe di grandi dilmensioni. Il tesoro della Torre di Londra include una grande sfera trasparente e sfaccettata di ametista, sormontato dal piu’ grande diamante proveniente dal taglio del Cullinan, la Stella d'Africa.
Il nome "ametista orientale", che è stato utilizzato per degli spinelli viola è proibito.
L’ ametista è la pietra anniversario del sesto anno di matrimonio.

Cura e manutenzione quotidiana

Questa pietra è stata ed è ancora molto usata in gioielleria perché non è fragile, più dura rispetto al vetro, è resistente ai prodotti per la casa. Va lavata con acqua contenente detergente e sciacquata prima con acqua poi con alcool prima dell’asciugatura. Al contrario, è sensibile al calore: se è fortemente riscaldata, per errore, diventa gialla o verde!

Pietre simili

berillo , fluorite , kunzite , scapolite , spinello , tormalina

Litoterapia storica e culturale

Sarebbe utile in tutti i casi di disturbi legati allo stress, le tensioni, al vissuto mal supportato ... simbolizza la saggezza, l'umiltà, la sincerità, la pietà ... e ci insegna la fiducia nelle forze universali, le sue vibrazioni portano calma e dissipano le angosce, le preoccupazioni, la rabbia.
Creerebbe un ponte tra cielo e terra, rafforzerebbe l'amore del divino, eliminerebbe le intenzioni egoistiche favorendo l'altruismo. Combinando i punti di forza del rosso e blu nel viola, saprebbe conferire stabilità ed equilibrio in amore. Ci svelerebbe i segreti della vita che non siamo in grado di cogliere e ci danno informazioni preziose per capire i nostri sogni e capire chiaramente le predizioni. Faciliterebbe l'intuizione, la meditazione e ci guiderebbe verso il nostro vero destino.
Nei templi buddisti dove si attribuisce grande importanza alle scienze esoteriche, i rosari in ametista sono ricercati. Un geode di ametista messo in una camera ne purifica l'atmosfera e favorisce il rilassamento.
Le sue capacita’ calmanti permetterebbero di curare l'insonnia e, messa sotto un cuscino, saprebbe favorire un sonno tranquillo, fornendo sogni piacevoli. Nel Medioevo,serviva per curare le nevrosi,le allucinazioni, l’ isteria. E’ stata incorporata, in polvere, in unguenti attraverso i quali trasmetteva la sua energia.

Imitazioni e trattamento

Può essere trattata termicamente ma cambia di colore e diventa gialla (citrina) o verde (prasiolite) a temperature differenti. Come risultato di lavori puramente scientifici sappiamo realizzare pietre sintetiche (Giappone, Russia) le cui proprietà fisiche sono identiche alla naturale ma differiscono per assenza di inclusioni, si rassomigliano tutte a vicenda come prodotti di serie.Se ne fanno anche di plastica.
In realtà questo non è interessante commercialmente, essendo l’ ametista naturale, molto comune e a prezzi ragionevoli.

Pietre storiche e leggende

La mitologia ci dice che Zeus inganna, ancora una volta, sua mogliecon la principessa Semele che ha dato alla luce Dioniso, un semidio che divenne il dio del vino e dell'estasi. Ubriaco, si innamora de bella ninfa Amethys e vuole amarla. Quest’ultima chiede aiuto ad Artemide, dea della caccia. Per proteggere Amethys, ella la trasforma in un cristallo. Dioniso, dopo essere diventato folle di rabbia, ritrova il suo ocntrollo e cerca di unire in questo cristallo i suoi due amori, il vino e l'ex-ninfa: versa il vino sul cristallo che prende il colore viola dell’ ametista.

Caratteristiche chimiche
SiO2

diossido di silicio

Caratteristiche fisiche

Colore principale : viola

colore dovuto al ferro, da viola chiaro a scuro, che è il piu ricercato. Sfumature porpora, lilla

Colore della polvere : bianco

Lucentezza : vetroso

Durezza : 7.0

Densità : 2.63 a 2.65

Sfaldatura : nessuno

Frattura : concoide, scheggiosa

Proprietà ottiche

Trasparenza : trasparente

le varieta’ non gemma dell’ametista sono traslucide

Rifrangenza : 1.543 - 1.554

Birifrangenza : 0.009

Molto debole, uniasse positiva

Sdoppiamento : no

Dispersione : 0.013 (0.008)

Pleocroismo : variabile

Numero di colori : 2

Da molto debole a netta, da viola rossastro a viola grigio

Spettro di assorbimento : 550 - 520

Fluorescenza : debole

A volte verdastro, o giallo arancio, secondo le origini

Inclusioni : strisce a righe, ciuffi di aghi di goethite, ematite e cacoxénite e inclusioni liquide. Cosi come le aree di colore dritte o a triangolo più sostenute.

Cristalli

Prismi esagonali a sei facce, terminanti a piramide

cristaux

Sistema critallino : trigonale

Altre informazioni

Segni zodiacali : ariete, toro, gemelli, cancro, sagittario, acquario, pesci

Segni zodiacali cinesi : drago

Mese : febbraio

In vendita nelle nostre boutiques
Guarda tutte le offerte
Corrispondenze
astrologico
  • ariete ariete
  • toro toro
  • gemelli gemelli
  • cancro cancro
  • sagittario sagittario
  • acquario acquario
  • pesci pesci

da sicurezza, appiana i problemi e le angoscie. Apporta equilibrio e armonia

Segno astrologico cinese :
  • drago drago

Apporta entusiasmo, riuscita, tenacita’ e vitalita’ sempre limitando l ‘eccessiva confidenza in se stessi, Essa rende meno spietati e tirannici